AuSettantaNove. Nascita di un Gruppo


“Ragazzi, vi è la possibilità di partecipare ad un progetto e realizzare una installazione per l’inaugurazione della nuova filiale di Banca Etica a Milano. Avete voglia di farne parte?”

Da questa domanda è nato tutto.

Per il progetto dell’inaugurazione della filiale milanese di Banca Etica, concepito da eticO Atelier qualche mese prima, si è pensato che sarebbe stato interessante convolgere nel gruppo di lavoro anche alcuni studenti della Facoltà di Architettura del Politecnico di Milano.
Un’idea che si è concretizzata perché il valore di una progettazione partecipata è sempre elevato ed anche perché il gruppo potrebbe avere un futuro non solamente legato a questa collaborazione.

La scelta (si potrebbe dire la selezione se non suonasse troppo eugenetico) degli studenti, alcuni già alla magistrale altri ancora al triennio, è avvenuta per il loro livello culturale e di conoscenza del percorso progettuale ma anche, cosa non secondaria, per la loro capacità di lavorare all’interno di un gruppo.

Alcuni di loro si conoscevano.
Molti di loro frequentano abitualmente l’aula B.4.1.
Altri si sono incontrati la prima volta grazie a questo progetto.

il gruppo AU79 in visita al cantiere

La loro adesione è stata immediata, totale.

Dieci studenti con peculiarità anche molto dissimili tra loro. Ma dieci studenti complementari e dotati di una capacità nel produrre idee decisamente non comune.

Dieci di numero ma più di dieci come gruppo di lavoro perché sommato il loro valore fa da catalizzatore (è pur sempre un progetto sull’oro, quindi la chimica è sempre presente) del processo progettuale e lo accelera.
Nella chat ufficiale del progetto sono stati riversati da subito spunti, idee, proposte, immagini, suggestioni. Qualsiasi cosa potesse stimolare la realizzazione del progetto. Una sorta di agone dove i pensieri si confrontavano in continuazione.
La prima riunione AU79, così come il primo sopralluogo nel cantiere della filiale, hanno fatto capire che non si stava scherzando.

Tutti presenti
Tutti attenti.
Tutti concentrati.
Ogni informazione fatta propria veniva elaborata e riproposta come base sulla quale appoggiarsi per salire sino alla realizzazione del progetto.

Adesso si entra nel vivo.
Adesso si comincia a “vedere” dove si vuole andare.
Adesso si lavora.
E adesso si capisce che questo gruppo funziona.

AU79 è ufficialmente un progetto.

P.S.
Vi sono degli animali affascinanti che lavorano così. Sono le formiche. Volendo fare un paragone zoomorfo si potrebbe dire che il gruppo AU79 è un formicaio.

Lezione al politecnico

Rispondi

dodici + 16 =